snoopy-vignetta-tesoro-ti-penso-giorno-e-nottePerché effettivamente una persona che segue una dieta iperproteica può anche dimagrire 10 kg in un mese ma poi, sistematicamente,  riprende peso perché nessuno può seguire questo tipo di dieta a vita.

Questo perché il meccanismo delle diete iperproteiche è quello di intossicare il sistema nervoso, il centro dell’appetito, e quindi gli effetti collaterali superano i benefici. La gente mangia meno e rimane con l’idea che sia meglio mangiare tante proteine. Questa concezione è sbagliata.

Studi importantissimi a livello sia europeo che americano hanno dimostrato che un elevata percentuale di proteine animali è un fattore che mette ad alto rischio di obesità. Chi invece consuma maggiormente cereali, frutta verdura e, in misura più ridotta, carne e pesce tende a rimanere nel peso-forma: la dieta mediterranea tradizionale “vera”!
Anni fa la carne era un lusso, non la si mangiava con la frequenza e sovrabbondanza di oggi, ma solo ogni tanto.
La dieta mediterranea tradizionale prevedeva tantissimi cereali, ogni giorno, e frutta e verdura in grande quantità. Da tenere sempre a mente che i cereali non devono essere raffinati!
Quindi meglio evitare la farina 0 e 00, e prediligere quella integrale (biologica), quest’ultima dopo qualche mese irrancidisce, quella raffinata invece sarà uguale a se stessa anche dopo 10 anni. Chissà perché.
Un altro aspetto di fondamentale importanza nella tradizionalità della dieta è il rispetto delle stagionalità. Questo è un aspetto importantissimo che da tempo si è perso. Fino a poco tempo fa, fino al grande sviluppo della tecnologia, l’uomo era costretto a rispettare la terra ed i suoi ritmi, eravamo obbligati a tener conto delle leggi della natura, non potevamo danneggiare la terra. Oggi invece possiamo farlo. Possiamo inquinare l’aria, l’acqua e tutto ciò che ci circonda e ci da sostentamento.
Il mondo funziona secondo leggi naturali e ci sono molti cicli del mondo naturale con cui si deve vivere in armonia. La soluzione individuale che abbiamo è quella di armonizzarci con la natura. Ovvero di rispettare le stagioni e cibarci delle varietà di alimenti che la natura ci fornisce nei suoi cicli.
Questo ci porta ad un alto livello di consapevolezza, ..consapevolezza che diventa giustizia.
Essere realmente consapevoli significa scegliere il cibo che rispetta la terra, chiedersi quanto danno abbiamo fatto al pianeta producendo quel cibo prima di mangiarlo, chiedersi da dove viene quel cibo, quanto è stata sfruttata male la terra e il rispetto dell’ordine dell’universo?
Basate la vostra alimentazione prevalentemente su cibo di origine vegetale non industrialmente raffinato.
Oggi il più grosso problema di salute nel mondo è la Sindrome Metabolica, questi i 5 fattori maggiormente riconoscibili (e ne bastano 3 per averla!):

  • circonferenza vita larga
  • colesterolo “buono” basso
  • trigliceridemia
  • pressione arteriosa alta
  • iperglicemia

Questa sindrome è problematica perché aumenta il rischio di diabete e di malattie del cuore, ma aumenta anche il rischio di cancro, di alzheimer, di ictus e altre malattie ancora. Ed è molto diffusa: circa il 30% della popolazione adulta in Italia ha la sindrome metabolica.
Come prevenire o curare la sindrome metabolica? Dieta mediterranea tradizionale e almeno un’ora di attività fisica al giorno.
Ricordarsi che dieta é sinonimo di alimrntazione e non un periodo di alimentazione diversa . La dieta è come il comportamento: non puoi comportarti bene un mese all’anno e basta ricordarsi che il cibo é un farmaco, la dose e l’orario sono fondamentali. Infine il cibo non può darti più di una unica cosa “la sopravvivenza ” tutto qui…….

Perché nessuna dieta tende a funzionare nel lungo periodo?